La casa del Massaro

Il locale

Il Massaro era una figura attorno al quale era polarizzata tutta la vita organizzativa, produttiva e sociale, delle antiche masserie del meridione degli inizi del ‘900.Questo contadino lavorava dall’alba al tramonto e alla sera, cessato il lavoro metteva sopra un gran fuoco, una caldaia in cui faceva bollire dell’acqua con pochissimo sale.
I contadini si disponevano in fila, affettavano il pane che mettevano in scodelle di legno e il massaro, versava a ciascuno un pò di acqua salata con qualche goccia d’olio.
La casa del Massaro, nasce dall’idea di concepire un locale distaccato dalla Masseria ma facente parte integrante di essa.
Un angolo in cui ricreare un percorso degustativo per riscoprire i sapori e i profumi intensi della cucina partenopea, avvolti da un’accoglienza e dal calore tipici della gente cresciuta alle falde del Vesuvio.

Ia cucina

Piatti tipici della cucina napoletana, spesso definita “povera” ma forse più ricca di altre perchè “non si butta via niente”.
Taralli, pane cafone, pasta e fagioli, friggitoria della tradizione, ragù che deve cuocere per 8 ore.
I sapori del ricordo scelti e rielaborati dalle mani sapienti del Massaro e accompagnati da un buon bicchiere di vino.
A casa del Massaro il menù non è fisso. Ogni giorno le proposte saranno differenti a seconda di cosa offre la dispensa.